Bagni e pensilina del “don Tragella”, la stazione di Magenta necessita interventi

Mozione del Pd per andare incontro alle richieste dei pendolari

P1040541.jpg

Magenta, 27 luglio 2011 – Ennesima richiesta di intervento al Comune per garantire una situazione dignitosa della stazione di Magenta. Nei giorni scorsi i consiglieri comunali del Partito Democratico hanno presentato una mozione che sarà discussa dal Consiglio comunale affinché il Sindaco intervenga a beneficio dei numerosi pendolari e viaggiatori che ogni giorno partono e arrivano in stazione.
«Dopo aver passato un’intera mattina con i pendolari – spiega Paolo Razzano, segretario cittadino del Pd – sono emerse le due criticità più grosse: la situazione dei bagni e la pensilina sulla banchina in direzione Milano, ancora chiusa dopo oltre due anni. In questo modo, quando piove i pendolari non hanno alcun posto dove ripararsi».
«Appare davvero strano che il Comune non intervenga – commenta Enzo Salvaggio, consigliere comunale Pd – perché quella pensilina esprime anche un profondo significato simbolico per la comunità cittadina. Infatti fu fortemente voluta dall’amato Prevosto don Cesare Tragella, sacerdote illuminato che ha voluto quest’opera a beneficio dei numerosi pendolari che già in quel tempo viaggiavano in treno verso Milano».
«Considerato che per la riqualificazione della pensilina devono essere coinvolte la Società che gestisce la Stazione ferroviaria e la Sovraintendenza dei Beni Culturali – spiegano i consiglieri – chiediamo che il Sindaco e la Giunta intraprendano tutte le iniziative necessarie al fine poter provvedere alla sistemazione dei bagni della Stazione e alla piena riqualificazione della pensilina, un bene storico a servizio dei nostri numerosi cittadini che viaggiano da Magenta in direzione Milano».

Bagni e pensilina del “don Tragella”, la stazione di Magenta necessita interventiultima modifica: 2011-07-27T14:51:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento